Pronti? Sì, we go!

SiWeGO è una startup di cui sentirete molto parlare – perché dopo aver ultimato con successo la fase di test – è pronta per aggredire il mercato.

Il core business è la cura dello spazio vuoto e inutilizzato all’interno dei nostri mezzi di trasporto

In buona sostanza da numerosi studi (… e anche dall’evidenza) la maggior parte degli automobilisti viaggia con il portabagagli vuoto: uno spreco che ha anche un impatto ambientale negativo. Come fare? Ispirandosi a BlaBlaCar, SiWeGO ha ideato e realizzato una piattaforma per il trasporto di piccoli carichi attraverso il car pooling. Uno strumento di matchmaking complesso che mette in contatto due privati: uno che vuole inviare un pacco e un altro che si rende disponibile a consegnarlo con il proprio mezzo, dietro una piccola fee. 

Fondatore SiWeGo

Il potenziale dirompente c’è e sono molti gli investitori pubblici e privati che ci credono fermamente: la startup ha raccolto oltre 350.000 euro, l’ultimo pochi giorni fa: è un contributo della Regione Lombardia di 30.000 euro per progetti innovativi 4.0 (Camera di Commercio della provincia di Milano Monza Brianza Lodi). Attraverso il sito vetrina e il profilo facebook sono in tantissimi a chiedere informazioni, soprattutto studenti e viaggiatori abituali.  

Ma tutto questo non causerà qualche problema con i trasportatori? Marcello è ottimista: avendo lavorato con loro quando era responsabile commerciale di alcune multinazionali sa che è necessaria una soluzione win-win: SiWeGO ha previsto un abbonamento SiWeGO PROfessional speciale per chi fa le consegne di mestiere, che potrà ottimizzare i viaggi e integrare il proprio guadagno.

C’è anche un risultato positivo in termini di emissioni di CO2 in atmosfera perché viaggiare a pieno carico contribuirà a ottimizzare il settore della movimentazione delle merci su gomma riducendo il numero di viaggi… a vuoto. Per questa impronta climate-friendly, SiWeGO è tra le startup del nostro Programma Accelerator

La prima release, dal sapore internazionale e sviluppata tra la Svizzera, il Portogallo e la Germania, potrebbe vedere la luce del web già a fine febbraio 2019, amplificata da un robusto progetto di comunicazione che scorrerà attraverso canali tradizionali e simpatici brand ambassador  (ma non vogliamo svelare nulla).

Non ci resta che domare l’impazienza e iniziare a pianificare nuove abitudini #green.

sito web

 
Location
Articoli che potrebbero interessarti
Volvero conquista anche l’Oriente

La startup Volvero vola in Cina a Shanghai con...

Volvero conquista anche l’Oriente
3Bee vince il bando SME FASE 2, Horizon 2020

La startup 3Bee si è aggiudicata con il progetto...

3Bee vince il bando SME FASE 2, Horizon 2020
Finanziamenti per startup: aperti i termini per il Programma Accelerator Stage...

Aperti i termini per candidarsi allo Stage 2 del...

Finanziamenti per startup: aperti i termini per il Programma Accelerator Stage 2!
Savona tra sostenibilità, smart city e socialità

Prosegue il progetto SUSHI a Savona, cofinanziato da EIT...

Savona tra sostenibilità, smart city e socialità
Catapult Cities: al via le iscrizioni!

Catapult Cities è il programma residenziale di alta formazione...

Catapult Cities: al via le iscrizioni!
2050: la decarbonizzazione possibile

Entro il 2050 decarbonizzare l’economia è fattibile perché sono...

2050: la decarbonizzazione possibile
Studiomapp premiata dalla NCIA

La start-up innovativa Studiomapp, fondata da Angela Corbari e...

Studiomapp premiata dalla NCIA
Transformation, in time: la nostra strategia per il 2019-2022

Strategia Transformation, in time

Transformation, in time: la nostra strategia per il 2019-2022