Le Marche saranno la nuova Toscana?

Il 21 febbraio siamo stati alla Mole Vanvitelliana (Ancona) ospiti di un convegno dal titolo Cambiamenti climatici: Rigenerazione, adattamento e mitigazione per la Regione Marche, organizzato da T33 di Ancona, Atlantis Srl di Bologna e dallo Studio Professionale Associato Entropia di Recanati. 

Arianna Cecchi Innovation Lead EIT Climate-KIC

Arianna Cecchi Innovation Lead EIT Climate-KIC

E’ stato un evento molto interessante, nel quale è intervenuta anche Arianna Cecchi, la nostra Innovation Lead per raccontare chi è e cosa fa EIT Climate-KIC. 

I relatori ci hanno spiegato quali potrebbero essere le azioni di adattamento e mitigazione che la Regione dovrebbe intraprendere al più presto per limitare gli effetti dei cambiamenti climatici. 

Cosa deve fare la Regione Marche per raggiungere gli obiettivi del millennio?

La questione è complessa e ci sono diverse azioni che devono essere intraprese per rispondere in modo pro-attivo ai cambiamenti in corso: mutare il modello di pianificazione; offrire esempi e alternative ai settori produttivi; mettere insieme gli attori locali.

Non è semplice perchè per riconciliare società civile, gestione del territorio, produzione e industria con la natura bisogna guardare alla fisica degli ecosistemi. Tradotto in economia significa passare a un’economia circolare e rigenerativa: ogni singola azione economica deve raggiungere al contempo più obiettivi, tra i quali produrre beni e servizi; rigenerare gli ecosistemi; ridurre le emissioni di carbonio e stoccarlo.

Qual è la prima azione da fare?

Passare dall’economia lineare a quella circolare attraverso la bioeconomia, che deve essere a sua volta basata su una forma di produzione rigenerativa*. 

Quali sono gli attori chiave di questo passaggio?

Evento Cambiamenti Climatici ad AnconaNelle Marche la costa e le zone interne sono due aree chiave così come i cittadini perché il cambiamento deve partire dalla società, ma non basta. Per gettare le basi di un’economia sostenibile devono interfacciarsi i tre attori economici (affari, governo e finanza) attraverso dieci azioni interconnesse, capaci di guidare i cambiamenti strutturali e culturali che saranno necessari nella società e nell’economia.**

Perchè è così importante l’economia circolare e la bioeconomia?

Abbiamo sfiorato i limiti biofisici del pianeta, che non può più sostenere il modello economico-produttivo contemporaneo, dove la base dell’energia è sostenuta da fonti fossili. Invece l’economia circolare potrebbe aiutarci, perchè è basata sulla fisica degli ecosistemi; sulla rigenerazione dei servizi ambientali e al contempo social; perchè è capace di seguire principi di mercato.

Esistono già esempi concreti e virtuosi?

Molti esempi di produzione di questo tipo sono già stati creati dalla Blue economy di Gunter Pauli, economista belga che ha fondato la Zero Emissions Research Iniziative. Nel suo libro dal titolo Blue economy. Nuovo rapporto al Club di Roma. 10 anni, 100 innovazioni, 100 milioni di posti di lavoro teorizza uno sviluppo sostenibile nel pianeta copiando dalla natura (biomimesi).***

La Blue Economy potrebbe crescere del 2,5% annuo per 10 anni, producendo praticamente di tutto: dalle scarpe di canapa ai nutraceutici a base di alghe!

Ma cosa si può fare con i crediti di carbonio?

La costruzione di un mercato del carbonio è un altro possibile tassello per mettere insieme imprese ed ecosistemi: i crediti di carbonio prodotti attraverso l’agricoltura e la forestazione vengono certificati e poi venduti alle imprese che nelle attività emettono carbonio.

Regione Marche Italy

Regione Marche Italy

Quali effetti concreti sul territorio?

Per fare un esempio, la rigenerazione aumenta i servizi ecosistemici che a loro volta aumentano l’attrattività dei paesaggi. Il mercato turistico potrebbe aumentare del 10% rispetto all’attuale: le Marche potrebbero diventare la nuova Toscana (e per il Times la meta preferita dagli inglesi!).

Perchè bisogna che tutti si impegnino a ridurre le emissioni di carbonio?

Perchè la riduzione dei gas ad effetto serra è stata modesta: -19% rispetto al 1990 a fronte di una crescita economica del 45%. L’Agenda 2030 dell’ONU con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) esprime un chiaro giudizio sull’insostenibilità dell’attuale modello di sviluppo, non solo sul piano ambientale, ma anche su quello economico e sociale. In questo modo viene definitivamente superata l’idea che la sostenibilità sia unicamente una questione ambientale e si afferma una visione integrata delle diverse dimensioni dello sviluppo.

Sustainable Development Goals

Sustainable Development Goals (SDGs)

Tutti i paesi sono chiamati a contribuire senza più distinzione tra paesi sviluppati, emergenti e in via di sviluppo: ogni paese deve impegnarsi a definire una propria strategia di sviluppo sostenibile che consenta di raggiungere gli SDGs. Con l’adozione dell’Agenda 2030 i paesi si sono volontariamente sottoposti al processo di monitoraggio effettuato direttamente dalle Nazioni Unite rispetto allo stato di attuazione degli SDGs. Il luogo deputato al monitoraggio dell’Agenda è l’High Level Political Forum (HLPF), che si riunisce annualmente sotto l’egida del Comitato Economico e Sociale (ECOSOC) dell’ONU, mentre ogni quattro anni la riunione si svolge sotto l’egida dell’Assemblea Generale (GA).

Ogni singola amministrazione deve fare la sua parte e la Regione Marche ha avviato il suo percorso. Nel Rapporto 2015 dell’Agenzia Ambientale Europea si legge come “il livello di ambizione della politica ambientale esistente può essere insufficiente per raggiungere gli obiettivi ambientali a lungo termine dell’Europa”.  Infatti i combustibili fossili continuano a rappresentare i tre quarti della fornitura energetica; la riduzione delle emissioni di gas serra prevista è ritenuta “insufficiente per portare l’Unione europea a raggiungere l’obiettivo di -80-95% entro il 2050″.

 

NOTE

* Con il termine Bioeconomia si indica la teoria economica proposta da Nicholas Georgescu-Roegen che mostra come qualsiasi processo economico che produca merci diminuisca la disponibilità di energia nel futuro e quindi la possibilità di produrre ulteriori merci; inoltre nel processo economico anche la materia si degrada (matter matters, too ovvero diminuisce tendenzialmente la sua possibilità di essere usata in future attività economiche). 

** Come sottolinea l’Istituto di Sostenibilità di Cambridge (nel modello di rigenerazione dell’economia Rewiring the Economy) 

*** La biomimesi (Biomimetics, o Biomimicry, in inglese) è lo studio consapevole dei processi biologici e biomeccanici della natura come fonte di ispirazione per la progettazione e il miglioramento delle attività e delle tecnologie umane. La natura viene vista come Modello (Model), Misura (Measure) e Guida (Mentor). 

 
Location
Italy
Articoli che potrebbero interessarti
Clima e viticoltura: online il questionario per comprendere impatti e priorit...

Fino al 2022 MEDCLIV lavorerà per favorire l'aggregazione degli...

Clima e viticoltura: online il questionario per comprendere impatti e priorità
Il Journey fa tappa alla Fondazione Edmund Mach

La Fondazione Edmund Mach ha coordinato e ospitato oggi...

Il Journey fa tappa alla Fondazione Edmund Mach
La casa diventa più sostenibile con il Circular Housing Project

Dare una seconda vita agli elettrodomestici con una filiera...

La casa diventa più sostenibile con il Circular Housing Project
R2B – Research to Business sarà online dal 10 al 12 giugno

R2B - Research to Business, il Salone Internazionale per...

R2B – Research to Business sarà online dal 10 al 12 giugno
Annalisa Spalazzi interviene a LiveNius #8 Ambiente

Giovedì 28 maggio ore 18. Annalisa Spalazzi, Regional Innovation...

Annalisa Spalazzi interviene a LiveNius #8 Ambiente
System Innovation e politiche locali: a che punto siamo?

System innovation e politiche locali: a che punto siamo?...

System Innovation e politiche locali: a che punto siamo?
Eventi on-line: cosa abbiamo imparato?

Da oltre due mesi come EIT Climate-KIC in Italia...

Eventi on-line: cosa abbiamo imparato?
David Quammen ospite di Fondazione per l’Innovazione Urbana

David Quammen ospite di Fondazione per l’Innovazione Urbana, lunedì...

David Quammen ospite di Fondazione per l’Innovazione Urbana
60 milioni di euro per gli innovatori in Europa

60 milioni di euro per gli innovatori in Europa: lanciata...

60 milioni di euro per gli innovatori in Europa
L’innovazione sistemica al servizio del nostro futuro

L’innovazione sistemica al servizio del nostro futuro La domanda...

L’innovazione sistemica al servizio del nostro futuro
Startup Accelerator Italy: opportunità per imprese innovative

Torna il programma EIT Climate-KIC Startup Accelerator Italy 2020...

Startup Accelerator Italy: opportunità per imprese innovative
Un pontile per Baura

E' in corso la campagna di fundraising per realizzare...

Un pontile per Baura
COVID19 Le risorse digitali messe in campo dai partner italiani

Moltissime sono le risorse digitali messe in campo dai...

COVID19 Le risorse digitali messe in campo dai partner italiani
COVID19 Informazioni ufficiali

COVID19 Informazioni ufficiali dalle istituzioni internazionali, italiane e studi...

COVID19 Informazioni ufficiali
Foreste e biodiversità: fondamentali per affrontare la crisi climatica

Il 21 marzo è la Giornata Internazionale delle Foreste...

Foreste e biodiversità: fondamentali per affrontare la crisi climatica
COVID-19: EIT Climate-KIC in Italia lavora in smart working

Covid-19 ha messo in crisi tutti i sistemi economici,...

COVID-19: EIT Climate-KIC in Italia lavora in smart working
VIDEO – Anche le città nel loro piccolo, interviste

    Direttamente dalla voce dei protagonisti, ecco cosa...

VIDEO – Anche le città nel loro piccolo, interviste
Video – Anche le città nel loro piccolo, Bologna 12 dicembre 2019

Nella dimensione urbana i problemi ambientali si manifestano con...

Video – Anche le città nel loro piccolo, Bologna 12 dicembre 2019
Video – Ideation Day and Networking on Climate Smart Agriculture

La Climate Smart Agriculture (CSA) combina tecnologie, investimenti, capacity...

Video – Ideation Day and Networking on Climate Smart Agriculture
La transizione ecologica richiede di porre la giustizia sociale al cuore dell...

Just Transformation di EIT Climate-KIC è uno degli otto...

La transizione ecologica richiede di porre la giustizia sociale al cuore dell’azione climatica
Come diventare Pioniere dell’innovazione?

Pioneers into Practice è il programma di mobilità professionale...

Come diventare Pioniere dell’innovazione?
Video – Investor Day 5 dicembre 2019

Investor Day - Accelerator Startup Programme Italy Si è svolto...

Video – Investor Day 5 dicembre 2019
Aperte le iscrizioni alla Summer School. Borse di studio disponibili!

Per partecipare alla nostra summer school internazionale sui cambiamenti...

Aperte le iscrizioni alla Summer School. Borse di studio disponibili!
Foto – Greenhouse the Final Chapter, 2019

Greenhouse è un’iniziativa di EIT Climate-KIC che trasforma una...

Foto – Greenhouse the Final Chapter, 2019
Foto – Ideation workshop & networking on Climate Smart Agriculture, 2019

La Climate Smart Agriculture (CSA) combina tecnologie, investimenti, capacity...

Foto – Ideation workshop & networking on Climate Smart Agriculture, 2019
Foto – Anche le città nel loro piccolo, 2019

il 12 dicembre 2019 abbiamo invitato a Bologna i...

Foto – Anche le città nel loro piccolo, 2019
Crowdinvesting per l’housing sociale – Investire generando impatto sul ter...

Il 9 dicembre 2019 ART-ER organizza Crowdinvesting per l’housing sociale...

Crowdinvesting per l’housing sociale – Investire generando impatto sul territorio
Accelerator Programme: per la prima volta in Trentino il prestigioso Investor ...

Si è svolto il 5 dicembre, per la prima...

Accelerator Programme: per la prima volta in Trentino il prestigioso Investor Day
Contro la Plastic soup arriva LOOP Ports

La Regione Emilia-Romanga è in prima linea per la...

Contro la Plastic soup arriva LOOP Ports
La piattaforma gratuita per imparare la sostenibilità è online!

Come principale iniziativa europea per l'innovazione sul clima, EIT...

La piattaforma gratuita per imparare la sostenibilità è online!