Eventi on-line: cosa abbiamo imparato?

Da oltre due mesi come EIT Climate-KIC in Italia stiamo lavorando in modalità smartworking. Tra benefici e svantaggi, ci siamo confrontati con nuove mediazioni, strumenti e routine. Abbiamo intensificato l’uso di alcuni software per video conferenze e ne abbiamo tratto qualche utile trucchetto per essere più efficaci quando organizziamo eventi, riunioni e gruppi di lavoro online. 

Un evento è la messa in scena di una piece. Richiede tempo per la preparazione, per la rappresentazione e per gli applausi finali. Immaginiamo di organizzare un seminario e presupponiamo di avere a disposizione 5 giorni. In modo molto intuitivo distinguiamo tre fasi immaginando di allestirlo su Zoom.

1. Prove generali – la preparazione (almeno 2 giorni)

Prove generaliE’ utile scrivere una sceneggiatura (agenda) nella quale ad ogni organizzatore dell’evento viene attribuita una parte precisa, una responsabilità, un’azione. Poiché il perimetro dello schermo diventa la scenografia bisogna realizzare le immagini da inserire come sfondi nei profili degli organizzatori, degli attori, delle comparse; è utile comporre le slide tappo: presentazioni (powerpoint, beautiful.ai, sli.do, google presentation) da mostrare per raccontare gli interventi, per definire un argomento, per lanciare un’azione (una pausa, un questionario, un altro software). Ancora si possono creare video e tutorial per formare/informare su alcuni temi specifici. Anche se non si possiedono particolari abilità, con software come Canva si possono creare sfondi, video e molto altro! Durante la fase di preparazione si individuano i ruoli degli organizzatori. Questi servono a coordinare i 3 orizzonti di Zoom: audio & video, funzionalità interne ed esterne; chat laterale. I ruoli principali sono:

  • Conduttore o moderatore (audio&video): introduce i lavori, segue l’agenda, chiama in causa gli altri speaker, apre e chiude le discussioni, conclude i lavori. Si occupa cioè di presentare tutte le fasi
  • Facilitatore (funzionalità interne ed esterne): interviene per agevolare le scene dedicate all’interazione e alla partecipazione degli ospiti, si occupa di strumenti digitali per coinvolgere il pubblico (a titolo di esempio: menti.com, sli.do, miro, kumu)
  • Supporter (chat laterale): si occupa degli aspetti tecnici, della chat laterale e di ogni altra funzionalità di zoom (breakout rooms, slides, survey)

2. Messa in scena – l’evento online (1 giorno)

La rappresentazione prevede almeno 4 atti principali:

check in. Il conduttore introduce gli organizzatori e l’agenda, il facilitatore spiega i codici comuni, le regole d’ingaggio e i principi che guidano l’interazione. Il supporter usa la chat per fornire istruzioni e dettagli, come alcuni principi guida. Prevedere almeno 15 minuti e accertarsi che tutti siano in grado di usare tali strumenti o funzionalità. A titolo di esempio i principi guida più diffusi sono:

  • Telecamere accese se possibile così tutti abbiamo un volto e uno sfondo!
  • Microfoni spenti quando non si parla per non disturbare
  • Cellulare distante per non interferire
  • Per prendere parola inserire la lettera C nella chat
  • Per fare una domanda inserire la lettera D nella chat
  • Per esprimere consenso inserire il simbolo +
  • Per esprimere dissenso inserire il simbolo

messa in scenzaapertura lavori. Il conduttore presenta i relatori, i partecipanti, il programma e gli obiettivi dell’evento.  

svolgimento lavori. Il conduttore segue l’agenda con i relatori mentre facilitatore e supporter entrano in azione per gestire la partecipazione, i video, i tutorial, le slide e gli strumenti. E’ il momento in cui entrano in gioco anche gli altri programmi o software.

check out. Siccome non si è avuta l’esperienza fisica, immersiva, sensibile, il conduttore deve ripercorrere le varie fasi con le cose notevoli, i punti salienti, gli obiettivi raggiunti. E’ importante concludere sempre con una bella frase o un’immagine, evidenziando contatti (email, telefono, sito, ecc.) e prossimi passi.  

3. Applausi finali – dopo l’evento (almeno 2 giorni)

ApplausiGli applausi finali sono quelli che ciascun spettatore si porta a casa. Per questo è importantissimo restituire ciò che è avvenuto durante la messa in scena: una sintesi dei punti salienti, i risultati dei questionari, le presentazioni, foto e screenshot, i video diffusi, le tavole di collaborazione. Il dopo-evento è cruciale e va gestito con tempestività: analizzare e processare le informazioni per renderle fruibili non è un’operazione di poco conto, richiede una certa esperienza anche estetica e una buona conoscenza del proprio pubblico.

 
Location
Italy
Articoli che potrebbero interessarti
System Innovation e politiche locali: a che punto siamo?

System innovation e politiche locali: a che punto siamo?...

System Innovation e politiche locali: a che punto siamo?
David Quammen ospite di Fondazione per l’Innovazione Urbana

David Quammen ospite di Fondazione per l’Innovazione Urbana, lunedì...

David Quammen ospite di Fondazione per l’Innovazione Urbana
60 milioni di euro per gli innovatori in Europa

60 milioni di euro per gli innovatori in Europa: lanciata...

60 milioni di euro per gli innovatori in Europa
L’innovazione sistemica al servizio del nostro futuro

L’innovazione sistemica al servizio del nostro futuro La domanda...

L’innovazione sistemica al servizio del nostro futuro
Startup Accelerator Italy: opportunità per imprese innovative

Torna il programma EIT Climate-KIC Startup Accelerator Italy 2020...

Startup Accelerator Italy: opportunità per imprese innovative
Un pontile per Baura

E' in corso la campagna di fundraising per realizzare...

Un pontile per Baura
COVID19 Le risorse digitali messe in campo dai partner italiani

Moltissime sono le risorse digitali messe in campo dai...

COVID19 Le risorse digitali messe in campo dai partner italiani
COVID19 Informazioni ufficiali

COVID19 Informazioni ufficiali dalle istituzioni internazionali, italiane e studi...

COVID19 Informazioni ufficiali
Foreste e biodiversità: fondamentali per affrontare la crisi climatica

Il 21 marzo è la Giornata Internazionale delle Foreste...

Foreste e biodiversità: fondamentali per affrontare la crisi climatica
COVID-19: EIT Climate-KIC in Italia lavora in smart working

Covid-19 ha messo in crisi tutti i sistemi economici,...

COVID-19: EIT Climate-KIC in Italia lavora in smart working
VIDEO – Anche le città nel loro piccolo, interviste

    Direttamente dalla voce dei protagonisti, ecco cosa...

VIDEO – Anche le città nel loro piccolo, interviste
Le Marche saranno la nuova Toscana?

Il 21 febbraio siamo stati alla Mole Vanvitelliana (Ancona)...

Le Marche saranno la nuova Toscana?
Video – Anche le città nel loro piccolo, Bologna 12 dicembre 2019

Nella dimensione urbana i problemi ambientali si manifestano con...

Video – Anche le città nel loro piccolo, Bologna 12 dicembre 2019
Video – Ideation Day and Networking on Climate Smart Agriculture

La Climate Smart Agriculture (CSA) combina tecnologie, investimenti, capacity...

Video – Ideation Day and Networking on Climate Smart Agriculture
La transizione ecologica richiede di porre la giustizia sociale al cuore dell...

Just Transformation di EIT Climate-KIC è uno degli otto...

La transizione ecologica richiede di porre la giustizia sociale al cuore dell’azione climatica
Come diventare Pioniere dell’innovazione?

Pioneers into Practice è il programma di mobilità professionale...

Come diventare Pioniere dell’innovazione?
Video – Investor Day 5 dicembre 2019

Investor Day - Accelerator Startup Programme Italy Si è svolto...

Video – Investor Day 5 dicembre 2019
Aperte le iscrizioni alla Summer School. Borse di studio disponibili!

Per partecipare alla nostra summer school internazionale sui cambiamenti...

Aperte le iscrizioni alla Summer School. Borse di studio disponibili!
Foto – Greenhouse the Final Chapter, 2019

Greenhouse è un’iniziativa di EIT Climate-KIC che trasforma una...

Foto – Greenhouse the Final Chapter, 2019
Foto – Ideation workshop & networking on Climate Smart Agriculture, 2019

La Climate Smart Agriculture (CSA) combina tecnologie, investimenti, capacity...

Foto – Ideation workshop & networking on Climate Smart Agriculture, 2019
Foto – Anche le città nel loro piccolo, 2019

il 12 dicembre 2019 abbiamo invitato a Bologna i...

Foto – Anche le città nel loro piccolo, 2019
Crowdinvesting per l’housing sociale – Investire generando impatto sul ter...

Il 9 dicembre 2019 ART-ER organizza Crowdinvesting per l’housing sociale...

Crowdinvesting per l’housing sociale – Investire generando impatto sul territorio
Accelerator Programme: per la prima volta in Trentino il prestigioso Investor ...

Si è svolto il 5 dicembre, per la prima...

Accelerator Programme: per la prima volta in Trentino il prestigioso Investor Day
Contro la Plastic soup arriva LOOP Ports

La Regione Emilia-Romanga è in prima linea per la...

Contro la Plastic soup arriva LOOP Ports
La piattaforma gratuita per imparare la sostenibilità è online!

Come principale iniziativa europea per l'innovazione sul clima, EIT...

La piattaforma gratuita per imparare la sostenibilità è online!
Cambiamenti climatici: il ruolo delle imprese e della finanza

Cambiamenti climatici: il ruolo delle imprese e della finanza....

Cambiamenti climatici: il ruolo delle imprese e della finanza
Ecomondo 2019

Intensa la prima partecipazione di EIT Climate-KIC a Ecomondo:...

Ecomondo 2019
Climathon: Italia, primato mondiale della partecipazione

Sono ben tredici le città italiane che hanno partecipato...

Climathon: Italia, primato mondiale della partecipazione
InnoWEEE: buone pratiche per l’eWaste Day

In occasione dell’International E-Waste Day (14 ottobre) Legambiente Emilia-Romagna...

InnoWEEE: buone pratiche per l’eWaste Day
Due italiani nel Governing Board di EIT Climate-KIC: Catia Bastioli e Giovanni...

Sono due gli italiani eletti nel Governing Board di...

Due italiani nel Governing Board di EIT Climate-KIC: Catia Bastioli e Giovanni Anceschi